Il titolare della Caronte indagato per calunnia e diffamazione

Adriano Alessandrini

     SESTO S.  G. – «Vado a piedi in Procura a Monza a parlare con i magistrati. Giuro. Ma ci vado con il faldone dell’appalto sui trasporti. Almeno facciamo subito chiarezza». Subito dopo lo scoppio dello scandalo sulle presunte tangenti del “Sistema Sesto” Adriano Alessandrini, sindaco di Segrate, chiamato in campo da uno degli accusatori Piero Di Caterina (titolare della Caronte), sui rapporti avuti con l’amministrazione  segratese per la gestione delle linee di trasporto, replicava così alle accuse. Il sindaco Alessandrini era pronto a dire ai magistrati come stanno le cose ed ora sembra che sia il primo cittadino ad avere ragione visto che la Procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio di Piero Di Caterina per diffamazione aggravata e calunnia continuata nei riguardi di Alessandrini.

L’udienza preliminare è stata fissata per il prossimo 23 febbraio e fa parte  delle accuse in cui Di Caterina ha sostenuto che gli appalti sui trasporti nel comune di Segrate sono stati truccati. Dopo le dichiarazioni dell’imprenditore il sindaco di Segrate aveva sporto denuncia, mettendosi a disposizione dei magistrati per chiarire, carte alla mano, la trasparenza degli atti amministrativa sulle gare delle linee assegnate ad Atm. Sempre per lo stesso argomento, in precedenza, un altro provvedimento analogo era stato contestato a Di Caterina su denuncia del direttore del Comune di Segrate Laura Aldini, persona sulla quale sempre Di Caterina aveva adombrato dei sospetti che la donna ha respinto con una denuncia e conseguenti provvedimenti del magistrato.

L’interessato Piero Di Caterina ha commentato: “Ora il magistrato potrà entrare nelle zone grige di quella gara e verificare come sono andate veramente le cose. All’epoca presentai due esposti alle forze dell’ordine ma nessuno ha dato seguito alla mia segnalazione“.



Categorie:Cronaca, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: