La Regione mette a disposizione delle coppie separate con figli minori un milioni di euro

 Allattamento bambini    MILANOI genitori separati da almeno tre anni, con figli minori a carico, possono richiedere il contributo messo a disposizione dalla Regione Lombardia, per cifre che si aggirano fino a 400 euro almese. In tutto è stato stanziato un milione di euro a sostegno di genitori separati con uno o più figli minori che si trovino in situazione di disagio e fragilità.  E’ questo il contenuto della delibera della Giunta Regionale lombarda presentata dall’assessore alla Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato di Regione Lombardia Maria Cristina Cantù nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Palazzo Pirelli. “Con questo intervento a favore dei genitori separati con figli minori, Regione Lombardia intende sostenere, con opportuni interventi, i genitori separati, o in fase di separazione, con figli minori”, ha dichiarato l’assessore a illustrando i contenuti della delibera.

Scopo dell’ iniziativa – ha proseguito – è di tutelare i diritti del minore ad una crescita armonica e serena, e di accompagnare i genitori nella definizione del loro ruolo genitoriale, tanto nella fase della separazione, quanto nella fase successiva, e di sostenerli anche economicamente, ma non in una logica di erogazione di contributo senza rendiconto, bensì nell’ambito di un progettualità che tende ad agevolare la persona fragile nella prospettiva di inclusione sociale del genitore separato legalmente, che in seguito alla separazione si trova in una situazione di disagio economico“.

Le azioni di sostegno che abbiamo pensato di promuovere – ha proseguito Cantù – sono azioni di sostegno integrate, che vedono nel contributo economico uno strumento utile all’uscita dalla condizione di fragilità delle persona separata“. L’intervento vede un sostegno economico, condizionato alla sottoscrizione di un patto ‘di corresponsabilità’, e una prospettiva sperimentale che considera un periodo massimo non superiore a sei mesi, con un budget previsto da un milione di euro, e che vede la possibilità di tutelare circa 500 persone. In attesa di una legge regionale specifica per i genitori separati, questo strumento è concepito per la tutela dei genitori separati legalmente, da oltre tre anni con uno o più figli minori, che in seguito alla separazione si trovano in una situazione di grave e comprovato disagio economico.

Le domande vanno presentate nelle sedi Asl di competenza dove uno risiede o nelle sedi dei consultori pubblici e privati accreditati dalla Regione.



Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: