Salta in Regione la votazione per inserire lo Statuto speciale nelle riforme costituzionali tra accuse e polemiche: brutto esempio

Consiglio regionale  MILANO


I vizi della politica emergono sempre nei momenti più delicati: così anche in Regione c’è stata la spaccatura al momento di votare lo Statuto speciale per la Lombardia. Ieri c’è stata una vera e propria bagarre in aula: la maggioranza di centrodestra si è spaccata su un odg della Lista Maroni, firmato da Lega-Fi-Fdi-Pensionati per chiedere di inserire lo Statuto speciale della Lombardia nelle riforme costituzionali. Ncd non era d’accordo, è mancato per tre volte il numero legale e la seduta è stata rinviata. Il capogruppo della Lega Romeo ha contestato il presidente Cattaneo (Ncd), che poi ha deciso di riconvocare il Consiglio regionale per questa mattina. 

Come al solito il Pd ha preso la palla al balzo per dire che Maroni non ha i numeri per governare accendendo altre polemiche. Ancora una volta i partiti (e gli uomini che li rappresentano) agli interessi della Lombardia e dei cittadini antepongono i propri. Messaggi chiari per gli elettori…

 



Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: