Sesto, la storia dell’immigrazione in un dibattito previsto martedì alle 17.30 in villa Visconti d’Aragona

 Villa Visconti   SESTO SAN GIOVANNI 


La Biblioteca civica “Pietro L. Cadioli”, in collaborazione con il CESPI Centro Studi Problemi Internazionali, la rivista Il segnale, l’associazione Opus Personae e il gruppo Punto d’incontro, organizza l’evento: Mappa-Mondi, Tracce di storie nella Città.  Martedì 10 giugno 2014 a partire dalle ore 17.30, Cortile Villa Visconti d’Aragona Spazio Contemporaneo “Carlo Talamucci”, Via Dante 6, Sesto San Giovanni MM1 Sesto Rondò.

Un percorso dedicato alle immigrazioni, che hanno contribuito a costruire l’identità di Sesto San Giovanni. Le migrazioni interne dal dopoguerra hanno portato, nel giro di mezzo secolo a decuplicare la popolazione sestese. In seguito alla deindustrializzazione è avvenuto l’arresto del processo migratorio con conseguente calo del numero di abitanti.

Il processo migratorio continua oggi con l’arrivo di nuovi migranti, non più italiani, ma provenienti da tutto il mondo; grazie alla nuova immigrazione, l’evoluzione demografica della nostra città è ritornata ad aumentare.

La Biblioteca, partendo da queste radici e ispirandosi alla città di Eufemia immaginata da Calvino, dove non avvengono solo scambi commerciali, ma soprattutto scambi di pensieri, emozioni e sentimenti, si propone come spazio per favorire l’incontro e l’integrazione di queste nuove realtà. Per l’occasione la villa Visconti d’Aragona, come in una mappa ideale, sarà suddivisa in luoghi, quali il cortile, la Biblioteca e lo Spazio Contemporaneo “Carlo Talamucci” dove si affronteranno tematiche diverse – il viaggio, la destinazione, l’inserimento nella nuova realtà, la casa, il lavoro e l’integrazione attraverso letture, suoni, lo scambio di conoscenze e la degustazione di sapori e profumi dei vecchi e nuovi migranti.

A conclusione della serata si assisterà allo spettacolo teatrale ideato, scritto e interpretato da Adriano Rizzo Una storia, quattro storie…quattro storie, una storia, una performance per raccontare la nostra emigrazione verso altri paesi all’inizio del secolo scorso e verso il nord Italia, a partire dagli anni cinquanta sino a fine secolo.

Annunci


Categorie:Inchieste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: