Il Pd replica agli “altri” candidati: la questione vigili è materia sindacale non politica

Marco Esposito

   SESTO SAN GIOVANNIIl Pd manda un comunicato sulle polemiche scatenate dalla possibilità di sciopero dei vigili urbani:

L’intervento a gamba tesa che due esponenti della politica  sestese hanno fatto all’interno della querelle tra i vigili della Polizia locale – dipendenti comunali – e la Sindaco Monica Chittò – loro datrice di lavoro – la dice lunga sulla strumentalizzazione politica di una questione che doveva rimanere in ambito sindacale. Il candidato Sindaco di Forza Italia Roberto Di Stefano e Eros De Noia del Comitato Popolare si sono affrettati non solo ad esprimere la loro solidarietà ai Vigili, ma anche ad evocare  lo spettro di quelle stesse strumentalizzazioni politiche ed elettorali che loro stessi stanno mettendo in atto.
A questo punto anche noi abbiamo deciso di dire la nostra in merito allo sciopero dei vigili calendarizzato proprio nel giorno in cui il Pontefice, per raggiungere Monza, transiterà sul nostro territorio cittadino, spiegando, prima di tutto, al consigliere Di Stefano, che la politica seria non si porta avanti cavalcando l’onda degli screzi tra dipendenti e datore di lavoro, ma cercando di offrire opportunità di confronto, dialogo, cercando di mediare tra le due controparti ed evitando di alimentare il fuoco delle incomprensioni e dei ” botta e risposta”.
Di Stefano chiedeva a noi, come PD, di spiegare alla Sindaco Chittò come portare avanti una trattativa sindacale, in realtà è lui ad avere estremo bisogno di essere istruito in tal senso, e con questa sintetica spiegazione speriamo di aver colmato, almeno in parte, la sua lacuna.
Quanto al consigliere De Noia, crediamo debba ricordarsi che la libertà sindacale non contempla l’immediato utilizzo dello sciopero come strumento di confronto, ma solo come estrema ratio di fronte a criticità che non hanno trovato altre soluzioni nelle sedi preposte.
La nostra sensazione è che ora i vigili di Sesto si trovino ad essere strumentalizzati, loro malgrado, da quelle stesse forze politiche che esprimono loro solidarietà esclusivamente per un mero tornaconto elettorale intestandosi, ancora una volta, battaglie che non hanno mai combattuto, ma su cui non esitano a mettere il proprio simbolo.
Il PD sestese auspica un sereno e proficuo confronto tra le due controparti, ed invita i Vigili appartenenti alle sigle sindacali che hanno indetto lo sciopero, a trovare uno strumento più congruo per far valere le loro richieste, ricordando che una mediazione  è possibile lì dove le richieste non siano  pretese e dove si dimostri di avere a cuore la città in cui si presta servizio, il benessere dei cittadini ed il rispetto delle Istituzioni. (Marco Esposito, segretario cittadino Partito Democratico Sesto S. Giovanni)

Annunci


Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: