Nuovo incontro in Prefettura domani per la vertenza tra vigili e Amministrazione comunale

     SESTO SAN GIOVANNIIl primo incontro non ha dato i frutti sperati e ora le parti si ritroveranno domani 15 marzo nuovamente attorno ad un tavolo per sciogliere i nodi delle richieste che hanno portato alla proclamazione dello sciopero del 25 marzo dei vigili urbani di Sesto San Giovanni. Ecco il testo del comunicato dei sindacati che seguono la vicenda:

Dopo l’invito pervenuto sabato pomeriggio, da parte del Capo Gabinetto del Prefetto di Milano, ad un incontro in Prefettura per oggi alle ore 16 (lunedì ndr), pur avendo già visto il pesante comunicato stampa dell’A.C. in merito alla vertenza aperta, abbiamo convintamente accettato di partecipare con, nonostante tutto, lo spirito positivo di arrivare ad un possibile accordo .

In Prefettura oggi, ad un incontro, ovviamente, non di trattativa, ma “politico” di verifica della volontà “politica” per la risoluzione delle questioni aperte, in rappresentanza dell’A.C. erano presenti due funzionari, seppure di alto livello…., neppure il Segretario Generale, neppure il capo gabinetto del sindaco (peraltro più volte presente in tali incontri).

Non un accenno a giustificazione di quanto scritto dal sindaco contro i lavoratori e le OO.SS. che li rappresentano in questa vertenza, la ripetizione di quanto già scritto nella comunicazione a seguito della quale è stata chiesta la conciliazione e, successivamente, indetto lo sciopero (del resto chi era presente non aveva alcun potere decisionale diverso). Nessun accenno alle questioni fondamentali sulla sicurezza del personale in servizio, alla possibilità di giusta rotazione di tutto il personale in tutti i servizi ecc.

Questa è stata la considerazione oggettiva in cui la questione viene vissuta dall’A.C. Solo dopo l’insistenza del Capo Gabinetto, che ringraziamo vivamente – assieme al Vice Prefetto Aggiunto che ha seguito la conciliazione – per il tentativo di ricomposizione del conflitto (cosa che non ha fatto chi avrebbe dovuto e avuto più interesse a fare), si è giunti ad ottenere che il giorno 15 p.v., nel tavolo di trattativa già convocato con altro o.d.g., si affrontasse nuovamente la questione oggetto di vertenza, SENZA ALCUNA SOSPENSIONE DELLO SCIOPERO INDETTO e già comunicando che non è scontata alcuna precettazione nei confronti di un legittimo diritto da parte dei lavoratori.

Eravamo andati in Prefettura con la predisposizione, nonostante tutto, di trovare una soluzione positiva. Non abbiamo trovato gli interlocutori deputati a ciò, ma, soprattutto, abbiamo registrato un ulteriore non rispetto del ruolo sindacale (forse non gradito), con una esplicita volontà di umiliazione dello stesso, né dell’Istituzione che si era prestata ad un ruolo mancato dall’A.C. Nonostante tutto ci presenteremo ancora con lo stesso spirito all’incontro del 15 p.v. significando che l’azione del Sindacato è sempre quello di raggiungere accordi, non di fare guerre, come pare comodo a qualcuno far credere. Se ci saranno o non ci saranno accordi non dipenderà certo solo da noi. I problemi sono ben noti da tempo. O si vogliono risolvere o, in caso contrario, tutto resterà com’è. 

Sindacati di UILFPL-CSA-USB-DICCAP

Annunci


Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: