La Tazzina di Caffè

   ® C‘è gente che pur di farsi notare, e avere un minuto di celebrità su qualche giornale, ne combina di tutti colori. E’ successo che un presunto candidato di Forza Italia al consiglio comunale di Sesto, un certo Otello Ruggeri, che vive ed opera a Milano (sic), ha sentito il bisogno di postare su Fb, dopo che un gruppo di bambini aveva accolto un gruppo di migranti alla caserma Montello intonando ‘Bella Ciao’, quanto segue: “Altro che Bella Ciao, i bambini devono cantare Faccetta Nera“.

Ora se voleva essere un modo per farsi notare, come egli stesso ammette nell’intervista, ha scelto  il modo peggiore; dimostrando peraltro una totale ignoranza del significato storico politico delle due canzoni. Infatti mentre Bella Ciao, è l’inno che celebra il sacrificio per la libertà, di cui gode anche il nostro aspirante consigliere, Faccetta Nera fu l’inno celebrativo dell’occupazione fascista di un altro Stato, che mascherava dietro una finta (come poi la storia ha dimostrato) liberazione della schiavitù tribale di quel popolo, le proprie angherie.

D’altronde quello era il periodo delle parate, delle sfilate e della retorica fatta regime. Per la serie: “Fanfare, bandiere, parate. Uno stupido è uno stupido. Due stupidi sono due stupidi. Diecimila stupidi sono una forza storica“. (L.L.)

Annunci


Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: