Lotterie, gratta e vinci, video giochi, bingo: la Lombardia in testa alla spesa pro-capite

 

Archivio

  SESTO SAN GIOVANNIMolti comuni del NordMilano hanno aderito alle iniziative della Regione per combattere il <vizio> del gioco su tutti i fronti, ma nella realtà i dati annuali dell’anno appena passato dimostrano che in Lombardia si ha il record della spesa.  In Italia la spesa media pro-capite per il gioco nel 2016 è stata di 339,40 euro l’anno. Questo è il dato ufficiale presentato dai Monopoli di Stato alla presentazione del Piano Regionale 2017 a contrasto del gioco d’azzardo patologico.

La regione con la spesa pro-capite più alta – segnala l’agenzia specializzata Agimeg – è stata lo scorso anno la Lombardia con 420,67 euro, seguita dall’Abruzzo (419,25 euro) e dall’Emilia-Romagna (393,08 euro). Fanalino di coda la Calabria con una spesa pro-capite per il gioco di 186,74 euro. Il comparto vale l’1.15% del Pil. La rete di vendita del gioco in Italia – segnala Agimeg – è composta da 206 sale Bingo, 9.159 esercizi per i Concorsi pronostici (Totocalcio, ecc), 33.881 per giochi numerici a totalizzatore (SuperEnalotto, ecc), 3.397 punti, tra negozi e corner, per il gioco ippico, 4.431 corner e 1.333 agenzie di scommesse sportive, 33.920 ricevitorie Lotto e 62.975 punti dove si vendono i Gratta e Vinci, 85.025 esercizi con le Newslot e 4.934 sale VLT.

Annunci


Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: