Sesto, la biblioteca dei ragazzi presentata alla “Bologna Children’s Book Fair”

    SESTO SAN GIOVANNI – Francesco Grande, della Biblioteca dei Ragazzi di Sesto, è intervenuto con Silvia D’Ambrosio, della Biblioteca di Brugherio, all’incontro “Le 40 biblioteche InBook, una risorsa per l’inclusione e uno strumento per l’approccio alla lettura in età precoce. Progettualità e prospettive” di martedì 4 aprile 2017. L’incontro si è tenuto all’interno del convegno dedicato alla promozione della lettura, organizzato dall’AIB -Associazione Italiana Biblioteche – Nati per leggere.

L’incontro ha raccontato la realizzazione del progetto di Biblioteca inclusiva, avviato da qualche anno, in 40 biblioteche di otto aree provinciali diverse (Milano, Monza Brianza, Lecco, Como, Bergamo, Brescia, Varese e Pavia) con la creazione di Inbook. Gli inbook sono libri illustrati con testo integralmente scritto in simboli, pensati per essere ascoltati mentre un adulto legge ad alta voce.

Sono nati per bambini con bisogni comunicativi complessi, da una esperienza italiana di Comunicazione Aumentativa e con il contributo di genitori, insegnati e operatori. Si sono gradualmente diffusi in sempre più contesti, soprattutto nelle scuole dell’infanzia e nelle biblioteche. Sono diventati libri per tutti, non soltanto riservati a bambini con bisogni comunicativi complessi, ma anche per bimbi migranti, con difficoltà di linguaggio, ragazzi e giovani adulti diversamente abili e per tutti i bambini in età prescolare.

L’ascolto di letture ad alta voce, soprattutto se proposto precocemente, è una esperienza importante per i bambini, in quanto sostiene il loro sviluppo emotivo, linguistico e cognitivo. L’ascolto espone i bambini a una lingua più ricca sul piano morfosintattico e lessicale di quanto non sia la lingua parlata, in un contesto che facilita la comprensione, attraverso la presenza di immagini, di inferenze narrative e di emozioni.

A corredo della creazione degli inbook sano stati realizzati: seminari, convegni e giornate di formazione dedicate a famiglie, operatori sociali, insegnanti di asili nido e scuole per l’infanzia, traduttori, grafici, supervisori e bibliotecari e inaugurate sezioni inbook presso le biblioteche, ovvero scaffali che contengono i libri in simboli e materiale informativo inerente.

Il progetto è stato realizzato grazie al Comune di Sesto San Giovanni che ha partecipato, come capofila di 22 biblioteche in una ventina di Comuni, al bando della Regione Lombardia: “Invito a presentare proposte per la realizzazione di progetti di valorizzazione di biblioteche e archivi storici di enti locali o di interesse locale” con il progetto: “Rete biblioteche inbook… l’unione fa la forza“. Vincendo il bando ha ottenuto un contributo pari al 100% di quello richiesto, per promuovere e realizzare la traduzione di 31 libri in simboli detti “in book”.

Annunci


Categorie:Cultura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: