Sesto, lettera di licenziamento ai dipendenti della ex Alstom Power ora General Electric: la protesta della Giunta

     SESTO SAN GIOVANNIIncredibile mazzata per i lavoratori della ex Alstom Power, ora General Electric: da un possibile accordo per una soluzione positiva della vertenza, dopo giorni di sciopero, con la mediazione delle istituzioni pubbliche dal Comune al ministero dell’Economia, si è arrivati alla lettera di licenziamento recapitata sabato ai dipendenti con l’ordine di abbandonare subito il presidio permanente, pena provvedimenti legali.

Di fronte alla decisione della società l’Amministrazione comunale ha preso posizione con questo comunicato:

“Quest’oggi i lavoratori della General Electric di Sesto hanno ricevuto una lettera dell’azienda che intima loro di abbandonare il presidio, pena azioni civili e penali nei loro confronti. Questa lettera arriva dopo due settimane dall’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico durante il quale, alla presenza del Viceministro On. Bellanova, le parti avevano concordato un percorso ben preciso, con l’impegno da parte di General Electric a coinvolgere un advisor per identificare un investitore per l’area e a farlo in tempi rapidi”.

“In questi giorni, infatti – si legge nel documento -, l’Amministrazione Comunale attendeva la convocazione di un nuovo incontro per aggiornamenti sul percorso concordato. Per tutta risposta, invece, arrivano queste lettere. L’Amministrazione Comunale ritiene questo atto un’autentica provocazione, frutto ancora una volta di un atteggiamento sprezzante nei confronti delle istituzioni (Ministero, Regione Lombardia, Città Metropolitana, Comune di Sesto) che da un anno e mezzo stanno lavorando insieme ai lavoratori e ai sindacati per trovare una positiva soluzione per far ripartire la produzione nello stabilimento. L’Amministrazione chiede al Ministero un incontro urgente: anche le più grandi multinazionali del mondo devono rispettare le decisioni delle Istituzioni Italiane – sempre, e non solamente quando si tratta di ricevere finanziamenti per i loro progetti”.

Annunci


Categorie:Attualità

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: