Sesto, i Democratici e Progressisti presentano un’interrogazione parlamentare sulla ex Alstom

Lucrezia Ricchiuti

   SESTO SAN GIOVANNII componenti di art. UNO Democratici e Progressisti, tramite la senatrice Lucrezia Ricchiuti, ex assessore di Desio e attuale senatrice, hanno presentato una interrogazione parlamentare per tutelare i lavoratori della ex Alstom di viale Edison Sesto. “Di fronte alla grave provocazione di Alstom Power – si legge nel comunicato – che intima ai lavoratori della General Electric di Sesto San Giovanni di lasciare i locali nei quali è in corso da mesi il presidio e l’assemblea permanente è stata presentata dalla Senatrice Lucrezia Ricchuiti di Art. UNO – Mdp un’interrogazione urgente ai Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo Economico per sapere quali azioni intendono promuovere per la difesa del sito produttivo e dei posti di lavoro di fronte a questo ingiustificato atto unilaterale mentre è in corso il tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico che vede promotricel’Amministrazione di Sesto e Regione Lombardia assieme alle organizzazioni sindacali”.

Ecco il testo dell’interrogazione (carattere urgente):

Ai Ministri dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali. –

Premesso che, a quanto risulta all’interrogante:

in data 22 aprile 2017 i lavoratori della General electric di Sesto San Giovanni (Milano) hanno ricevuto una lettera dell’azienda, che intima loro di abbandonare il presidio permanente presso lo stabilimento ex Alstom, pena azioni civili e penali nei loro confronti;

questa missiva giunge inaspettatamente dopo un incontro presso il Ministero dello sviluppo economico di 2 settimane fa, durante il quale, alla presenza del vice ministro Bellanova, le parti avevano concordato un percorso preciso con cui General electric si era impegnata a coinvolgere un advisor per identificare un investitore per il sito produttivo in tempi rapidi;

considerato che:

da oltre un anno, il Ministero dello sviluppo economico, la Regione Lombardia, la città metropolitana di Milano e l’amministrazione comunale di Sesto San Giovanni hanno costruito un tavolo di lavoro comune nella ricerca di una soluzione concordata con i lavoratori e con le organizzazioni sindacali per il rilancio della produzione nello stabilimento;

l’amministrazione comunale di Sesto San Giovanni, immediatamente dopo l’invio della lettera dell’azienda ai lavoratori, ha chiesto un incontro urgente al Ministro per una positiva soluzione della vertenza;

a giudizio dell’interrogante, non è tollerabile che l’azienda mostri un atteggiamento irresponsabile verso i lavoratori in una fase estremamente delicata per le sorti dell’area produttiva,

si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo, nell’ambito di un tavolo di confronto con l’azienda General electric e le rappresentanze sindacali, intendano adoperarsi in tutti i modi per garantire il carattere strategico, la produzione dello stabilimento e la salvaguardia dei posti di lavoro.

Sen. Lucrezia Ricchiuti, Senato della Repubblica Italiana, Commissione 6° Finanze e Tesoro, Commissione Parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.

 

Annunci


Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: