Le primarie del Pd incoronano nuovamente Renzi che ora promette più umiltà nel gestire il ruolo pubblico, ma l’ultima decisione spetta agli elettori

    SESTO SAN GIOVANNILe polemiche sembrano sopite. Le divisioni appianate. Il futuro arride a tutti, compresi quelli che fino a due giorni fa sgranavano gli occhi agli avversari. Ora un alone di “vogliamoci bene” avvolge tutti gli iscritti al Pd e si rimarca l’evento democratico delle primarie dimenticando che a votare sono stati meno dell’altra volta. Ma tant’è! Ogni stagione ha il suo raccolto e si finisce per dire che è sempre il migliore che si poteva ottenere.

Il segretario del Pd Marco Esposito sintetizza il risultato di Sesto così: “Quella di domenica è stata davvero una magnifica giornata di festa della democrazia, vissuta con entusiasmo e grandissima partecipazione. Più di 50 tra volontarie e volontari hanno garantito nei nove seggi predisposti in città, la riuscita di questa bella giornata per il nostro partito. Nonostante la domenica caduta nel bel mezzo di un ponte i votanti nella nostra città sono stati 2.233. Gli elettori del PD di Sesto San Giovanni hanno rinnovato la loro fiducia nel Segretario uscente Matteo Renzi, premiandolo con il 73,50% dei voti, seguono Andrea Orlando con il 20% e Michele Emiliano con il 6,50% delle preferenze.

Il PD di Sesto si dimostra forte e vitale, un partito attivo e prolifico di idee e progetti, e il risultato odierno ci dà ancora più energia ed entusiasmo per proseguire nella campagna elettorale in vista delle Amministrative di giugno. Desideriamo ringraziare tutti gli elettori che hanno affollato i seggi presenti in città, dimostrando che quando si tratta di esercitare il proprio diritto di espressione i simpatizzanti del PD rispondono sempre con entusiasmo e generosità“.

Un andamento che diverso di pochi punti percentuale si è ripetuto in tutti i comuni del NordMilano. A Cologno e Cormano Renzi ha preso l’80 per cento. In Lombardia, Renzi si è attestato al 76,64%, Orlando al 22,29% ed Emiliano (che in regione era presente in solo 5 collegi su 30) all’1,07%. Le elezioni amministrative nei comuni dove si voterà l’11 giugno sicuramente baseranno la propaganda su questo risultato, per poi riprendere le lotte interne che hanno caratterizzato finora dalemiani, bersaniani, cuperliani, ecc….

Annunci


Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: