INTERVISTA AL CANDIDATO SINDACO GIANPAOLO CAPONI: “Ora sono pronto per amministrare questa città con progetti innovativi e per risolvere i problemi quotidiani dei cittadini”

 

 

SESTO SAN GIOVANNI –  Dialogo News prosegue con le interviste ai candidati sindaco che si presentano alle elezioni dell’11 giugno. Dopo quelle a Giovanni Urro, Sandro Piano e Monica Chittò oggi è la volta di Gianpaolo Caponi al suo secondo tentativo dopo il primo del 2012 con la lista Sesto nel Cuore. Questa volta Caponi ha messo insieme diverse formazioni: oltre a Sesto nel Cuore lo rappresentano #sestoqua, X Caponi sindaco, Cittadini di Sesto.

 


  • Perché ha deciso di candidarsi a sindaco?

Ho trascorsa tutta la mia vita a Sesto, tra lavoro ed Associazioni, negli anni sono stato avvicinato da diverse forze politiche che mi hanno onorato chiedendo la mia candidatura, ma concretamente poi non si è realizzato nulla. Nel 2012, alle scorse amministrative, con una breve campagna elettorale nella lista civica “Sesto nel Cuore”, il risultato è stato ottimo: bel il 15% di preferenze. Ora, ho una maggiore consapevolezza e all’interno della mia Coalizione ci sono numerose nuove competenze che possono amministrare bene la città. Mi sono candidato per provare a vincere, per ridare a Sesto San Giovanni un po’ di fiducia e soprattutto per amministrare la città meglio di come è amministrata ora“.

  • Quest’anno si assiste a una campagna elettorale diversa dal solito, basata molto sui social e spesso con false verità e polemiche: lei come la giudica?

Questa è solo una parte di campagna elettorale, io non sono un grande amante dei social, ma riconosco che sono molto importanti. Personalmente preferisco il contatto diretto col cittadino, sono sempre tra i sestesi, con i gazebo e con le molte riunioni con le associazioni. Ho delegato dei volontari del mio comitato elettorale ad occuparsi del mio profilo Facebook Gianpaolo Caponi sindaco, ho chiesto di tenere un approccio molto moderato, in linea con la mia persona“.

  • Finora si è sentito parlare molto delle promesse, di progetti futuri e poco dei problemi reali che la città vive e vorrebbe che venissero risolti: tutto questo non è fumo negli occhi dei cittadini-elettori?

Non ho letto, se non sommariamente i programmi degli altri candidati, il nostro è possibile visionarlo su www.gianpaolocaponi.it ed figlio di 5 anni di ascolto di quelle che sono le esigenze dei cittadini/elettori, nessun fumo negli occhi! Ci sono alcuni progetti molti ambiziosi ed innovativi, che una città come Sesto San Giovanni deve ambire a realizzare, per non divenire come in parte già lo è, periferia della periferia“.

  • Perché la politica oggi anziché puntare sulla fiducia e sulle opere realizzabili che mancano in città si fa paladina di discorsi roboanti, lontani dalle aspettative dei cittadini che aumentano il distacco tra amministratori ed elettori? 

“Non è il nostro caso, la Coalizione Civica è l’unica forza in città che ha una forte militanza attiva e che ha portato molti cittadini ai nostri eventi, eventi in cui si parla di programmi e progetti. Centinaia di persone che si sono appassionate alle nostre idee ed hanno seguito in modo dettagliato ciò che proponiamo: lascio a loro oggi il giudizio, a loro che possono esprimere un parere consapevole e decidere se premiarci o meno”.

  • Da anni si assiste ad una mancanza di politiche culturali per i giovani, di iniziative sociali per gli anziani, di proposte sportive dove c’è un vuoto assoluto: cosa promette realmente ai sestesi?

Per quanto riguarda i giovani, abbiamo una lista civica, la “smart community #sestoqua” di under 30, perché è importante che l’innovazione culturale parta dagli stessi protagonisti. Abbiamo previsto la  creazione di un CENTRO POLIFUNZIONALE PER I GIOVANI che dovrà essere gestito dai giovani stessi, coadiuvati da operatori esperti e dovrà accogliere spazi adibiti a laboratori serali e pomeridiani come cinema, teatro, fotografia, arte e musica, perché questa è la loro forte esigenza visto il pendolarismo tra sesto e Cinisello per frequentare un centro che a Cinisello esiste già. La popolazione anziana di Sesto San Giovanni è in costante crescita, è anche l’elettorato più numeroso, proprio per questo, per non apparire demagogici, abbiamo evitato di strumentalizzare facendo vane promesse elettorali, ma abbiamo ben chiaro che trattandosi di una delle fasce deboli della popolazione, vada loro fornita la giusta assistenza. La politica sportiva è decisamente uno dei temi più trascurati dall’amministrazione comunale uscente, sarà compito e impegno della mia amministrazione riconoscere l’alta valenza educativa dello sport, occasione privilegiata di aggregazione e di crescita per le giovani generazioni. Cito tra i vari progetti l’introduzione di un voucher sport per bambini dai 6 ai 10 anni, anche attraverso convenzioni tra l’ente locale e le aziende, nell’ambito del welfare sussidiario per le famiglie sestesi, così da creare un circuito virtuoso che sia una mano anche alle società sportive“.

  • Tra i molti problemi che Sesto ha vissuto e sta vivendo ci sono la sicurezza, la pulizia, la manutenzione che oramai sono una emergenza: è possibile avere risposte vere su questi temi?

“Per noi la sicurezza e la lotta al degrado sono una priorità. Siamo gli unici che in 5 anni ci siamo dedicati a queste problematiche, anche con raccolte di firme e proposte al consiglio comunale. La risposta vera a questi problemi è l’approccio non ideologico, infatti bisogna mettere in atto tutte le misure indispensabili, se necessario anche dure e repressivo, affinché Sesto torni ad essere una città viva e vivibile”.

  • Prendersi i meriti di cose già fatte (scontate per i cittadini) e non considerare quelle che i sestesi chiedono inutilmente da tempo non ritiene che sia negativo per un amministratore?

È una domanda che andrebbe rivolta al sindaco uscente”.

  • Si promettono mari e monti, a volte con proposte fuori dalla realtà, ma in caso di vittoria con quali soldi pensa di realizzare le opere promesse vista la situazione di bilancio poco rosea?

Con una tolleranza zero agli sprechi di denaro pubblico, amministrando la città con competenza ma con la visione di buono padre di famiglia, nulla va sprecato e le poche risorse che ci sono, devono permettere di poter fare investimenti che non tengano immobile la città”.

  • Ha intenzione di aumentare le tasse o le aliquote di competenza locale al di là delle decisioni governative per i prossimi 5 anni?

“No ed è una promessa”.

  • Sono anni che si sente parlare del rilancio del commercio di vicinato e i negozi chiudono in continuazione a favore dei grossi centri: ha pensato a una inversione di tendenza?

Non posso non nominare chi da tanti anni si occupa di commercio e delle relative problematiche: la lista civica “Cittadini di Sesto” e la sua leader Alessandro Aiosa, chi meglio di loro conosce le problematiche e le possibili soluzioni del commercio di vicinato?“.

  • Si parla tanto (forse troppo) della Città della Salute e della Ricerca ma non si parla più di cosa sarà realizzato sul resto delle ex Falck e soprattutto se ci sarà una continuità tra città vecchia e nuova per dare una scossa anche al lavoro: quali sono le sue proposte?

Ricollegare la città Costruita alle aree Falck è obbligatorio, proprio per questo nel nostro programma elettorato si parla solo di Città Costruita, l’unico progetto che abbiamo immaginato già nel 2012 pe le aree Falck è la realizzazione in loco del novo Commissariato di Polizia, punto che vedo essere stato ripreso da molti altri. Nel resto delle aree dismesse, che non sono solo le Falck ma anche le ex Ercole Marelli, ci confronteremo con i proprietari delle aree e svilupperemo di concerto i migliori progetti possibili e fattibili in tempi certi, che vadano a favorire funzioni pubbliche ed anche il resto della città”.

  • Inquinamento e traffico restano insoluti e spesso in conflitto con le decisioni di Milano: come pensa di trovare una soluzione?

Nel nostro programma elettorale, abbiamo inserito dei grandi progetti per l’abbattimento e la riduzione del traffico di attraversamento nella città; una vasta area di ZTL per limitare il traffico di attraversamento verrà progettata già nei primi mesi del mio insediamento. Abbiamo previsto anche un progetto ambizioso e ritenuto da alcuni visionario, che riguarda una metropolitana leggera, già realizzata in alcune città d’Italia e in Europa, sinteticamente definita “Nastro Verde” per la sua peculiarità di essere attenta all’ambiente ed anche all’inquinamento acustico“.

  • Quanto pensa di spendere per questa campagna elettorale?

Ci siamo completamente autofinanziati, abbiamo 82 candidati, ogni mese ognuno, in base alle proprie possibilità, ha versato un piccolo contributo per le spese di campagna elettorale. Purtroppo, le liste civiche non avendo simboli nazionali devono far conoscere il loro messaggio, quindi è necessario distribuire molti stampati e organizzare eventi per la città, per esempio le sale, anche se di proprietà del comune, hanno un costo. Arriverò a spendere circa 20.000 euro, ma sarebbero stati molti di più se non avessimo avuto molti volontari che in questa campagna elettorale, offrono gratuitamente il proprio tempo“.

  • La eventuale squadra di giunta la decide prima del ballottaggio o a cose già fatte?

Abbiamo le idee chiare su quali competenze siano necessarie per amministrare la città, sappiamo di non possederle tutte all’interno della Coalizione, ci avverremo quindi di chiunque voglia mettere a disposizione le proprio altissime capacità e professionalità. Abbiamo già individuato alcuni di questi esperti perché non è pensabili occuparsi di questa città da soli, ma c’è bisogno dell’aiuto di tutti e perché no anche di mondi politici diversi”.

  • Chi vorrebbe come avversario per un eventuale ballottaggio e perché?

Preferirei vincere al primo turno, ma sappiamo tutti che sarà molto difficile e che il più probabile mio rivale il 25 Giugno sarà il sindaco uscente. La città a quel punto, deciderà tra Gianpaolo Caponi e Monica Chittò”.  (F.P.)

Annunci


Categorie:Politica

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: