Sesto, tre giorni di festa della Riscossa popolare alla Casa Rossa per parlare di lavoro e casa

 

  SESTO SAN GIOVANNI – Dal 16 al 18 giugno negli spazi recuperati a scopo abitativo della Casa Rossa Rossa (in via Sacco e Vanzetti 78) si terrà la Festa della Riscossa Popolare, realizzata grazie alla collaborazione di tre organismi (Partito dei CARC, Casa Rossa Rossa e GTA-Gratosoglio Autogestia).

La Festa della Riscossa Popolare raccoglie ed eleva il percorso che le organizzazioni operaie e popolari hanno compiuto dallo scorso autunno (con le mobilitazioni per la difesa della Costituzione e le mobilitazioni per la difesa del CCNL dei metalmeccanici) a oggi, in Lombardia e in tutto il paese, e che si mobilitano per cambiare le cose, facendo fronte agli effetti peggiori della crisi. La festa vuole essere un contributo per spingere in avanti l’attivismo e il protagonismo popolare, per passare dalla difesa della Costituzione all’attuazione delle sue parti più progressiste.
Questo è lo spirito con cui i tre organismi promotori stanno collaborando per costruire collettivamente un evento che attraverso i dibattiti, le iniziative culturali, le attività per i bambini, gli spettacoli e i pasti conviviali, sia opportunità di incontro, confronto, scambio di esperienze, spinta al coordinamento e all’unità d’azione fra tutte quelle forze e quelle persone che hanno a cuore le sorti del nostro paese, vogliono contribuire a cambiare le cose e costruire l’alternativa, si chiedono come fare e sono disponibili a mobilitarsi.
Qualunque sarà l’esito delle elezioni amministrative è necessario creare un fronte per imporre dal basso l’attuazione delle parti progressiste della Costituzione (finora rimaste lettera morta, soffocate da regolamenti comunali e regionali, dal ruolo di istituzioni che fanno prima gli interessi del governo centrale), che si mobiliti per attuare direttamente la Costituzione, che indichi i problemi e individui le soluzioni, che inizi a praticarle fin da subito.
A partire dall’affrontare seriamente la questione del lavoro (salvaguardia dei posti di lavoro esistenti e creazioni di nuovi posti di lavoro che siano utili e dignitosi) e l’emergenza abitativa (censimento degli immobili pubblici e privati in disuso, verifica dell’agibilità e della sicurezza e messa in sesto delle strutture, analisi dello stato delle famiglie e singoli in stato di necessità e assegnazione degli alloggi). Istituzioni che operano in questo modo non cadono dal cielo, ma sono frutto della mobilitazione e del protagonismo popolari. Sesto San Giovanni ha bisogno di lavoro e non ha bisogno di disoccupati e precari!!! Ha bisogno di lavoro e di istituzioni che lo pianifichino e organizzino sulla base di quello che serve e di quello che gli stessi organismi e comitati attivi sul territorio indicano.
La Festa della Riscossa Popolare è una festa politica perché mette al centro dell’azione le masse popolari, i loro interessi e il loro protagonismo per risolvere i problemi, senza delegarli al candidato di turno che promette e non quaglia. Per questo motivo abbiamo deciso di organizzare uno sciopero alla rovescia, riprendendo l’esperienza del movimento comunista e della classe operaia. Giovedì 15 giugno dalle h 16.30 ci troveremo ai portici di via Marzabotto (vicino piscina) per sistemare i calcinacci e ridare dignità a una piccola porzione di Sesto San Giovanni. È un atto simbolico, ma è un esempio che mostra una strada: il lavoro da fare c’è, le persone disponibili a farlo anche, è possibile organizzarsi per risolvere i problemi oltre che denunciarli! Chiamiamo a partecipare allo sciopero alla rovescia quanti hanno a cuore il futuro di questa città, i candidati a sindaco e al consiglio comunale perché questo è un passo concreto e reale che dimostrerà quanto le promesse elettorali erano solo promesse e chi ha veramente a cuore il futuro di Sesto e inizia a fare fin da subito, mettendo a disposizione mezzi, risorse, contatti, relazioni e soldi per ricostruire Sesto San Giovanni e farla tornare a essere orgogliosamente la Stalingrado d’Italia.
Programma della Festa
VENERDì 16 GIUGNO
dalle 18 – Intrattenimento per bambini e famiglie
dalle 20 – Salamelle e birra
ore 21.30 – CINEMA SOTTO LE STELLE con il film REDS
I dieci giorni che sconvolsero il mondo: la Rivoluzione d’Ottobre raccontata dal giornalista americano John Reed
Regia di Warren Beatty, vincitore di 3 premi Oscar nel 1982

SABATO 17 GIUGNO
dalle 10 Tornei e giochi al parco rurale di Cascina Gatti
ore 17 – ASSEMBLEA:
RESISTERE E CONTRASTARE LA REPRESSIONE DELLE LOTTE
dalle 20.30 CENA SOLIDALE per sostenere le spese legali per Stefania, che ha difeso la legge 194 e applicato la costituzione (Antipasti – Primo – Secondo e contorno – Dolce – primo giro di vino e caffè 20,00 €)
Ore 21,30 serata latina e balli con LNG URBAN STAFF E DJ MICHAEL
Ingresso con sottoscrizione a partire da 2,00 €

DOMENICA 18 GIUGNO
dalle 10.00 – TAVOLO TEMATICO:
Difendere la legge 194 e i diritti delle donne
dalle 13.00 – SALAMELLATA DOMENICALE per famiglie
Alle 17.00 – DIBATTITO:
ATTUARE LA COSTITUZIONE è UN ATTO RIVOLUZIONARIO
Annunci


Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: