La Tazzina di Caffè

    ®    L‘avevamo capito sin dal giorno della sottoscrizione dell’accordo per l’apparentamento, che Gianpaolo Caponi, non avrebbe mollato un attimo il suo nemico-amico Roberto Di Stefano. Una volta eletto il sindaco, il Capitano che detiene il pacchetto di maggioranza della nuova amministrazione, si muove come il vero titolare della ditta del centrodestra.

Ha posto come condizione, per l’accordo, la presenza di tre assessori in giunta da Lui indicati. Dopo un  tira e molla stucchevole,  convintosi  ad occupare il ruolo di vicesindaco, il leader di Sesto nel Cuore, sta dettando ad un frastornato e politicamente debole Di Stefano, l’agenda politica. Non vuole essere secondo a nessuno, tantomeno a quello che lui definiva Mister Selfie.

Così ancor prima che si insedia la Giunta, Caponi tanto per far capire chi comanda, ha subito organizzato una assemblea sul tema del…“Controllo di vicinato… per passare dalle parole ai fatti  e per affrontare concretamente l’argomento sicurezza”.

Per la serie: …E che l’è la me cà che (E qui c’è la mia casa, qui) e che comande mé che (e qui comando io, qui) oi saì chi ‘a e chi ‘é che (voglio sapere chi va e chi viene qui) so me ‘l padrù (sono io il padrone).

Annunci


Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: