Cinisello, arrestata la cassiera del clan che gestiva il mercato della droga al quartiere Sant’Eusebio

 

Le case Aler dove è stato portato a termine il blitz antidroga.

  CINISELLO BALSAMOSui componenti della gang che gestiva il traffico della droga nel quartiere Sant’Eusebio di Cinisello Balsamo, si abbatteva la rete delle forze dell’ordine che da mesi braccavano il gruppo mentre lei, la cassiera ufficiale se ne stava lontano, in vacanza, senza lasciare il suo recapito. La donna, 32 anni, era rimasta fuori dalla retata che aveva portato a 32 arresti.

Gli inquirenti in questi giorni hanno lavorato per rintracciarla, sulla base di pochissimi elementi e alla fine l’hanno intercettata in un centro balneare di Pesaro, dove è stata raggiunta da uomini in borghese e arrestata. Ora resta da prendere altri elementi che facevano parte dell’organizzazione, ma il più è stato fatto, dicono gli investigatori che hanno lavorato mesi per sgominare il gruppo che smerciava chili di droga ogni giorno.

Il gip Alfonsa Maria Ferraro ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare che ha riguardato 32 persone (31 italiani e un egiziano) accusate di aver dato vita a un’ associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di cocaina sotto i portici delle case Aler, alti edifici nel quartiere Sant’Eusebio, a Cinisello Balsamo, note come i «Palazzi».  E proprio la cassiera era in vacanza al camping Norina a Pesaro.

Annunci


Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: