Sesto, “Piccoli&Grandi” show: Di Stefano (insieme per Monica Chittò) critica l’assessore Tittaferrante

Di Pietro

  SESTO SAN GIOVANNIAnche la consigliera Stefania Di Pietro (Insieme per Monica Chittò) è stata presente alla manifestazione di protesta delle mamme e alla fine ha dichiarato:

Ieri pomeriggio, prima dell’inizio del Consiglio Comunale, il Sindaco è sceso ad incontrare i cittadini, mamme e papà’, che erano arrivati in tanti per chiedere spiegazioni e chiarimenti sulla delicata questione della sospensione del Servizio “Piccoli e Grandi”.
Ho voluto essere presente, come Consigliere Comunale (avendo,tra l’altro presentato una interrogazione urgente sul tema), come cittadina e come mamma per cercare io stessa di comprendere le ragioni di questa scelta. Ho preso atto del cambio di rotta del Sindaco che, dopo avere espressamente confermato in un primo messaggio la sospensione del servizio, ha dichiarato che “….,Piccoli e Grandi necessita di copertura economica e stanno ragionando su come reperirla per garantire la riapertura a settembre”.
Forse il Sindaco ha preso atto dell’errore che stava commettendo e ha cercato di salvarsi in corner rivedendo le proprie dichiarazioni per cercare di porre rimedio ad un primo grande scivolone politico.

Spiace però avere ascoltato le parole del Sindaco che, di fronte ai cittadini, non è stato capace di ammettere l’errore ma ha cercato di scaricare le responsabilità sugli uffici, da un lato e sulla strumentalizzazione, da parte di chi?, dall’altro. Credo che sarebbe stato intellettualmente più onesto ammettere di avere sbagliato piuttosto che cercare di gettare discredito su altri soggetti. Da parte mia e della Lista che rappresento non c’è stata alcuna strumentalizzazione ma solo la volontà di dare voce ai cittadini e di intervenire a salvaguardia di un servizio educativo di eccellenza. Riteniamo, infatti, che i servizi educativi non debbano e non possano essere misurati solo in termini economici ma di qualità e di risultato in considerazione dell’importante ruolo a cui assolvono sia per le famiglie sia per i bambini.

Alla politica spetta il dovere di riconoscere la validità sociale ed educativa di questi servizi, a chi amministra il compito di verificare il buon funzionamento e garantirne la copertura e la continuità. Spiace, invece, che non una parola sia stata detta sulla questione dall’Assessore alla partita, Angela Tittaferrante, che non è scesa ad incontrare i cittadini e non si è nemmeno espressa sulla vicenda limitandosi a condividere il comunicato del Sindaco. Gli Assessori, mi permetto, devono avere un ruolo attivo all’interno della Giunta anche e soprattutto quando si tratta di affrontare questioni di loro competenza in base alle proprie deleghe e di parlare con i cittadini. Quegli stessi cittadini che per mesi hanno incontrato e che, alla prima difficoltà, si preferisce non considerare.

Annunci


Categorie:Attualità, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: