La Tazzina di Caffè

   ®   Gli amici della Biblioteca di Sesto San Giovanni nella loro pregevole attività, hanno fatto conoscere alla cittadinanza una serie importante di scrittori, ma soprattutto l’amore per la lettura. In un Paese dove si legge poco e male, non è da trascurare. Questa è un’attività che va salvaguardata e agevolata.

Ultima iniziativa è stata la presentazione del  libro a fumetti Il senso del dolore di Maurizio De Giovanni, edito da Sergio Bonelli Editore. L’autore, padre del commissario Ricciardi, si presenta con un volume a fumetti, ambientato come sempre a Napoli anzi,  in uno dei luoghi simboli della città partenopea: il Teatro San Carlo. De Giovanni napoletano doc, presentato come giallista, è da considerarsi uno scrittore coi fiocchi, che narra storie della sua Napoli che pur avendo, in apparenza una caratteristica locale, sono difatti racconti di grande spessore che travalicano il confine napoletano.

E poi diciamolo chiaramente: le storie di Napoli, pur con delle peculiarità, sono le storie d’Italia.  Ma Sesto è sempre stata all’avanguardia. Già negli anni settanta la biblioteca Oldrini all’epoca in via Campestre, ospitava il poeta siciliano Ignazio Buttitta, piuttosto che la storia dell’emigrazione friulana, che le vicende dei contadini pugliesi o dei Sassi di Matera. Una città quella di Sesto all’avanguardia, con una capacità di arricchimento culturale che proveniva da tutti i ceti sociali, e da tutte le rappresentanze regionali. 

Ecco perchè sembrano molto forzate le dichiarazioni dell’assessora leghista alla cultura, catapultata a Sesto, ignara della storia di questa città, che parla di sviluppo dell’arricchimento culturale, facendolo dopo che con molta schizofrenia è passata  dai giochini di legno costosi del Nord Europa, alla festa dei nonni, al patrocinio di una gita del circolo Tricolore. Tutti interventi a spot, che danno l’idea di un modo raffazzonato e posticcio di fare le cose, senza un minimo di linearità programmatoria.

Per la serie il suo modo di fare ci appare come: “…un’idea senza faccia, dal solo profilo…basso peraltro”.

 



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: