Sesto, verso l’accordo con l’Arci per il contratto di gestione del Carroponte: sospesa la diffida è salva la stagione 2018?

   SESTO SAN GIOVANNISi è partiti gridando al lupo! Al lupo! Tema del contendere un debito sull’energia elettrica consumata (e non pagata) che si aggirava sui 260mila euro. Uno scandalo che la giunta di centrodestra  ha agitato per dimostrare gli “orrori” della passata amministrazione e per mettere in discussione lo stessa convenzione con l’Arci Milano che scade il prossimo anno. Ora sembra che la vicenda del Carroponte gestito come da contratto con l’Arci di Milano, possa essere risolta benevolmente e lasciare la validità della convenzione.

La gestione del Carroponte era finita sotto esame della nuova giunta del sindaco Roberto Di Stefano e la prima notizia divulgata è stata di un debito altissimo sull’energia tale da mettere in dubbio la convenzione stessa. Ma in questo caso, gli accertamenti successivi, hanno potuto dimostrare che le cose stanno in modo diverso da come sono state dette inizialmente. Intanto il debito di un accumulo di bollette che si aggira sui 260mila euro che non sono il consumo del Carroponte ma di altre strutture ad esso collegate (un ristorante e un museo). Per questo l’Arci ha fatto intervenire un perito per la stima del reale consumo del Carroponte definendo il costo in circa 50.000 euro.

La seconda ragione era che all’Arci non sono mai state presentate le bollette di pagamento, quindi ora si chiede di poter pagare in due rate, come previsto dalle norme. Tra il Comune e l’Arci ci sono stati diversi incontri su problema e tutto è stato ridimensionato e riportato nella logica della realtà delle cose. Ora si prospetta una soluzione, con accordo, che porrebbe fine alla disputa con il saldo del giusto debito da parte dell’Arci e il mantenimento della convenzione a gestire il Carroponte anche il prossimo anno.

Il Comune ha inviato all’Arci un documento, firmato dal responsabile alla Comunicazione Federico Ottolenghi, nel quale si dice che “Considerato che nel corso dell’incontro tenutosi il 12 ottobre l’ARCI ha manifestato una concreta disponibilità a regolarizzare la rilevata situazione di inadempimento e ad addivenire al più presto a un accordo con il Comune si sospende la diffida di 20 giorni. E comunque, l’accordo andrà raggiunto presto, entro la fine di novembre”.

Il responsabile dell’Arci Nicola Ricci ha precisato: “Siamo di fronte a una nuova possibilità dopo che ci siamo visti con il Comune e abbiamo intrapreso un discorso di soluzione che soddisfi entrambi. Stiamo cercando di mettere insieme una proposta a quattro mani, tra noi e Sesto San Giovanni. La prossima stagione al Carroponte ritengo sia salva”.



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: