Bresso, l’Orco non va in gabbia anche se condannato a quattro anni di carcere per abuso sessuale

    BRESSOUn esempio “esemplare” della giustizia italiana lo rappresenta l’episodio del pedofilo condannato a 4 anni di carcere, da scontare ai domiciliari, dopo 17 anni dall’accaduto. La sentenza definitiva è per un uomo che oggi ha 82 anni e dovrà restare ai domiciliari per scontare la pena.

L’accusa risale ai tempi di quando l’uomo di anni ne aveva 63 ed aveva ricevuto in consegna dai vicini una bambina di 5 anni, da prendere a scuola e custodirla fino all’arrivo dei genitori dal lavoro. Un atto di fiducia per la protezione della piccola, così avevano pensato mamma e papà della bambina che, invece, ha dovuto subire le attenzioni morbose dell’uomo che ogni giorno consumava gli atti di libidine sulla piccola. Attenzioni che sono andate avanti per due anni, fino a quando non è stato scoperto e denunciato.

In tutti questi anni l’uomo è rimasto fuori a piede libero, in attesa di una sentenza arrivata con 17 anni di ritardo. Ed ora per l’età avanzata l’uomo non andrà in carcere, ma sconterà la pena in casa ai domiciliari.



Categorie:Cronaca, Giudiziaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: