Bresso, chiesti 17 anni di carcere per i trafficanti degli immigrati: chiedevano soldi per i trasferimenti in Francia

 

Foto simbolica

 BRESSOMolti degli  immigrati sbarcati in Sicilia e poi ospitati nel centro accoglienza di Bresso della Cri regionale di via Clerici, dopo avere pagato il viaggio sulle barche carretta dovevano pagare altri soldi (da un minimo di 500 euro a un massimo di mille) per essere accompagnati da uno “scafista di terra” che garantiva loro il passaggio in Francia, operando sui treni.

L’indagine è partita diversi mesi fa da Cremona ma ben presto si è capito che lo snodo principale di questo traffico era la stazione Centrale e il centro di Bresso. Mesi di indagini hanno portato alla scoperta dei responsabili ed ora il pm ha chiesti le condanne da 2 a 3 anni per ognuno, con il rito abbreviato, per complessivi 17 anni.

L’organizzazione aveva persone che segnalavano i nuovi sbarchi in Sicilia – ha spiegato Ilda Boccassini -. C’era un egiziano a Catania deputato solo a questo. I viaggi potevano costare dai 500 ai mille euro dalla Sicilia alla Francia, oppure un centinaio di euro per attraversare la frontiera italiana. Abbiamo documentato 62 viaggi, in alcuni casi a Ventimiglia abbiamo fermato furgoni con 40 persone stipate all’interno in condizioni disumane. C’erano anche bambini“. Al vertice dell’organizzazione c’erano tre egiziani dai 35 ai 40 anni, descritti dagli investigatori come i “manager dei Migranti”.

Annunci


Categorie:Cronaca, Giudiziaria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: