AssoCommercio attacca la giunta di Sesto: “Gli assessori fanno quello che è proibito ai cittadini”

Paolo Vino

    SESTO SAN GIOVANNIAffissioni abusive: l’AssoCommercio lancia un grido di allarme verso il comportamento di assessori e presidenti di commissione che sfruttano gli spazi liberi per i loro manifesti senza passare dalla società di concessione pubblicitaria per pagare i diritti di spazio, come è obbligatorio per i normali cittadini. AssoCommercio denuncia tutto questo con il seguente comunicato:


Se un commerciante intende affigge una locandina all’esterno del suo negozio deve inoltrare on line una domanda all’ufficio comunale preposto allegando un progetto. Deve poi attendere la conferma degli uffici comunali, prima di recarsi alla Do.Gre, l’ufficio Pubbliche affissioni per pagare la tassa comunale.

E’ una questione di ordine e di decoro, oltre che di “guadagno” per le casse comunali. Infatti, chi non rispetta le regole viene perseguito dai vigili e multato. Passeggiando per le vie di Sesto San Giovanni ho notato una locandina che riportava lo stemma del Comune affissa ai muri della città. Per il vero non si trovava negli appositi spazi d’affissione, ma affissa con lo scotch su muri di palazzi privati, accanto alle vetrine di attività commerciali. Sulle locandine si leggono i nomi di presidenti di commissioni, consiglieri e assessori che figurano tra gli organizzatori e relatori di un incontro pubblico programmato in un oratorio del quartiere Rondinella. Una serata pubblica nella quale gli amministratori pubblici intendono parlare con i cittadini.

Mi domando: avranno fatto la trafila che noi commercianti dobbiamo fare per affiggere quelle locandine? Ma soprattutto mi domando come si possa pretendere dai cittadini decoro e ordine, quando i primi a non rispettare le regole sono sindaco, assessori e consiglieri comunali. Non voglio pensare che proprio il Comune abbia effettuato un’affissione abusiva…..chiederò alla Do.Gre o meglio ancora chiederò ai vigili se quelle affissioni sono regolarmente autorizzate. In ogni caso questa è la poca considerazione che i nostri amministratori hanno della città in cui viviamo.

Paolo Vino, Presidente Assocommercio Associazione a tutela del commercio di vicinato

Annunci


Categorie:Attualità, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: