Clandestino e lavoratore in nero il barista stupratore arrestato per violenza su una trentenne

L’entrata del locale

    SESTO SAN GIOVANNIChiarito tutto l’episodio dello stupro che ha visto come vittima una ragazza marocchina di 30 anni. La polizia ha arrestato quale responsabile l’egiziano 35enne che lavorava come barista nel locale notturno “Al Jazeera” di via Clerici tra Sesto e Bresso, già noto per altri episodi di violenza dentro e fuori il locale, solitamente frequentato da stranieri.

L’arrestato clandestino, con precedenti per violenza, è stato stanato dalla polizia con l’aiuto dei pompieri dopo che la ragazza, violentata per una intera notte, era stata buttata fuori dal locale piena di lividi e sotto choc. Una passante l’ha notata ed ha dato l’allarme. La polizia ha fatto il resto. Ha identificato il responsabile riconosciuto dalla vittima.

Il locale è stato chiuso su disposizione del questore. La ragazza è stata medicata alla Mangiagalli. E’ stato accertato che l’egiziano dopo averla conosciuta durante la serata si era offerto di accompagnarla a casa, invece quando tutti i clienti erano usciti dal locale l’ha presa con la violenza, chiusa in un bagno e violentata per ore. Poi l’ha tenuta sequestrata fino alla mattina quando l’ha buttata fuori dal locale incurante del suo stato.



Categorie:Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: