Sesto, nuova gestione per la casa albergo di via Fogagnolo: saranno accolti i padri separati o divorziati

 

La sede della casa albergo di via Fogagnolo.

 SESTO SAN GIOVANNI – La casa albergo di via Fogagnolo cambia gestione. E si porta dietro molte polemiche, già espresse dal primo discorso del sindaco a SpazioArte, quando Roberto Di Stefano, provò a spiegare il buco del bilancio. In quella occasione sfiorò anche la gestione della casa albergo, definendola scandalosa. Ora il sindaco interviene ancora sulla struttura per dire che “gli sprechi sono finiti”. 

La casa albergo, in partenza utilizzata con le docce per gli immigrati meridionali che abitavano in case senza bagno e per la gente povera della città, poi come foresteria per delegazioni di passaggio ed infine come rifugio per sfrattati con diversi problemi da gestire, alla fine fu ceduta alla gestione della Caritas di don Colmegna che attraverso una società affiliata ha accolto persone bisognose. Non sappiamo come essa sia stata gestita a livello di costi e garanzia dei servizi. Ma il sindaco Di Stefano lo spiega così.

Finiscono gli sprechi e saranno aiutati anche i padri separati. Sapete, con la vecchia amministrazione, quanto era il canone concesso dal Comune per la casa albergo in Via Fogagnolo? 206 euro l’anno! Sì, avete capito bene! Solo nel 2017 sulla struttura il risultato finanziario negativo per il Comune è stato di 83 mila euro! L’ennesimo scandalo firmato dal Pd. 

Ora finalmente si cambia gestore e contratto. Subentra una fondazione che si occuperà dell’immobile, portando avanti anche importantissimi progetti sociali come accogliere i padri separati in difficoltà. Il tutto con un canone annuale di 46 mila euro a favore del Comune e le utenze a carico loro! Per fortuna siamo intervenuti per sanare questo scandaloso spreco di denaro pubblico, per valorizzare il patrimonio comunale e continuare a offrire un servizio sociale importante verso chi ha bisogno!”.

La struttura sarà affidata alla Fondazione Vincent Onlus. Il comune si riserva l’utilizzo di 12 posti letto al giorno, a favore di soggetti individuati dal servizio sociale, per una durata massima del beneficio pari a 6 mesi, non prorogabili, a un prezzo unitario di euro 8,00 giorno / persona, da corrispondersi in rate trimestrali posticipate. Complessivamente, rispetto al precedente contratto che produceva un risultato negativo annuale per il Comune di euro 82.784,95, l’attivazione del nuovo contratto porterà un risultato annuale positivo di euro 93.744,95. (con l’annullamento delle spese legate alle utenze).



Categorie:Attualità

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: