Sesto, tensione alla vigilia dell’appuntamento di Spazio Arte con Casapound

Piazza della Resistenza dove si svolge la manifestazione del Comitato antifascista.

    SESTO SAN GIOVANNILa raccolta delle firme ha superato quota settemila, le adesioni dei movimenti partigiani e antifascisti crescono ma la manifestazione organizzata da Casapound a Spazioarte in via Maestri del Lavoro a Sesto San Giovanni si svolgerà domani sera a partire dalle 20,30 come da loro programma. Il sindaco Roberto Di Stefano che ha firmato la concessione dello spazio pubblico non ha fatto il passo indietro che molti gli chiedono in nome della memoria della città.

La manifestazione svoltasi al Rondò con la presenza di Pierluigi Bersani non ha cambiato le carte sul tavolo: da una parte Casapound che rivendica il diritto a discutere dei problemi sull’Europa in uno spazio pubblico regolarmente chiesto e concesso, dall’altra tutti quelli che ritengono che questa presenza, inedita, in una città al valor militare non doveva esserci. Bersani, tra l’altro, ha dichiarato: “Casapound dichiara di essere il fascismo del terzo millennio. Si tratta di un’organizzazione politica che si richiama in una nuova forma alle idee fasciste e questo non è accettabile, non gli si danno spazi pubblici soprattutto in una città come Sesto ….”.

La replica di Casapound passa nelle parole della portavoce Angela De Rosa: “Il nostro riconoscimento è attraverso la Costituzione e non deve essere la sinistra a decidere se e dove dobbiamo parlare. Devono dirci grazie perchè gli abbiamo dato occasione di avere visibilità. Siamo a Sesto perché è raggiungibile da ogni parte con i mezzi pubblici e vogliamo che siamo in molti a seguire il nostro dibattito sull’Europa al quale partecipano diversi esponenti politici della Lega, Forza Italia e Fdi. Deve essere chiaro che nessun Europa è possibile se non eliminiamo l’Unione europea“.

All’esponente di Casapound è piaciuta la nostra definizione espressa nel Pentagramma Politico dove sono stati definiti “fascisti del terzo millennio” perchè ha chiarito: “Guardiamo avanti, al futuro…”. Ora non resta che aspettare domani quando nel pomeriggio in piazza del Comune ci sarà la manifestazione di contestazione del Comitato antifascista e le associazioni Anpi e la sera la riunione a Spazio Arte. Le forze di polizia saranno presenti in gran numero per evitare scontri.



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: