POLEMICHE DI PALAZZO 4 / Il M5S prende posizione con il capogruppo Di Cristo: “I sacrifici non per tutti”

   SESTO SAN GIOVANNIIl capogruppo del M5S dopo le vicende del consiglio comunale sul piano di rientro e le polemiche scrive:


Ieri sera in Consiglio Comunale, il sindaco (si badi bene, non l’assessore alla partita) avrebbe dovuto presentare ai cittadini il piano di rientro necessario per sanare le irregolarità contabili trovate in 18 mesi. Avrebbe dovuto, in quanto ha preferito ancora una volta addentrarsi, per più di un’ora e per l’ennesima volta, in uno spot elettorale contro chi del predissesto, ne è stata la causa (precedenti amministrazioni).

Inoltre ha concluso il proprio inutile intervento, scagliandosi contro il collegio dei revisori, reo, a suo dire, di aver rallentato l’azione amministrativa. Ovviamente a seguito di questa grave affermazione, se rispondente al vero, abbiamo preteso che l’Amministrazione si attivi sin da subito affinchè venga perseguita in tutte le sedi competenti tale condotta. Per la cronaca, al secondo tentativo, il parere obbligatorio è unanime (a differenza del primo) e favorevole, ma con molte osservazioni di criticità. A oggi nulla sanno i cittadini dei sacrifici che li attendono per i prossimi 10 anni. Da segnalare che la documentazione completa in tutte le sue parti, è stata consegnata ai consiglieri solo ieri alle 17.10.

Inutile soffermarsi sullo spettacolo da circo equestre di cui hanno dato prova alcuni soliti “consiglieri” di maggioranza alla faccia dei cittadini e con il silenzio complice di alcune liste pseudo “civiche”, sempre più allineate su posizioni estremiste, brutte copie di alcuni partiti. Da evidenziare la bocciatura dei nostri 2 OdG , di cui 1(con la sola astensione nella maggioranza dei 2 consiglieri di SNC) che proponeva la rinuncia da parte dello staff del sindaco della “preziosa” figura del “consulente di immagine” (a uso esclusivo del sindaco, pagato dai cittadini e che avrebbe permesso un risparmio di circa 100.000€) o quanto meno la riduzione dell’assegno ad personam dello stesso, anche per equità nei confronti dei dipendenti comunali ai quali sono state tagliate le risorse per il salario accessorio, per circa 300.000€.

Per i motivi di cui sopra e esplicitati in aula, il M5S non ha partecipato alla votazione; alla stessa scelta hanno aderito tutti gli altri partiti di opposizione. Da stigmatizzare infine il tono minaccioso del “civico” Vincelli nei confronti della capogruppo del Pd, Perego, alla quale esprimiamo la nostra solidarietà. Questo è il rispetto che questi “signori” hanno delle istituzioni, dell’Aula, ma soprattutto dei cittadini. È cambiato il colore dell’amministrazione, ma i modi ignoranti e prevaricatori purtroppo non sono cambiati. Con parole vuote rivolte alla pancia di accoliti ignoranti, senza coinvolgimento dei cittadini e dell’opposizione costruttiva, è ovvio che i toni sono questi… Sacrifici per molti, ma non per tutti.

Vincenzo Di Cristo, Capogruppo M5S Sesto SG.



Categorie:Attualità, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: