Cinisello, nasce il Comitato “Educare ancora” rivolto ai giovani per creare nuovi protagonisti della società

 CINISELLO BALSAMO – Sabato scorso, nella sala convegni della Cooperativa “La Nostra Casa” in Villa Arconati a Cinisello Balsamo, si è tenuta una conferenza stampa di presentazione del nuovo comitato cittadino “Educare ancora”. Lo scopo del comitato, ha raccontato Giuseppe Meroni (insegnante e membro attivo), è quello di riprendere in mano la sfida educativa che il  nostro tempo ci presenta.

Di fronte a qualche affaticamento del mondo adulto, il Comitato vorrebbe offrirsi come aiuto per un tentativo comune nei confronti di tutta la realtà educante adulta di Cinisello, perché ne abbiano un diretto beneficio le nuove generazioni. “Non creare spettatori, ma generare protagonisti”: questo è stato l’invito rivolto ai numerosi presenti – insegnanti, genitori, educatori, amministratori, forze dell’ordine – che hanno iniziato ad accoglierlo firmando il Manifesto “Educare ancora” (sottoscrivibile sul sito internet www.educareancora.it).

   Il Comitato nasce da una serie di incontri e da inaspettate amicizie che trovano nell’esperienza
cristiana la loro origine. Origine che non riguarda un ricordo del passato, ma un fatto – sempre da riscoprire – che permette di vivere e gustare il presente. “Un cammino promettente – evidenzia il vicario episcopale don Antonio Novazzi – perché basato sulla passione educativa. Ancora fondamentale oggi è la ricerca della verità e del senso della vita e per questo vale la pena spendere energie”.

Da subito l’Amministrazione comunale ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa,
assicurando la propria collaborazione: “Sono orgoglioso che tutto ciò nasca nella nostra città – ha scritto il sindaco Giacomo Ghilardi in una lettera inviata come saluto al Comitato – vista
l’importanza del tema toccato per il futuro di tutti noi. Vi invito a farvi promotori di tutte le
iniziative necessarie per rilanciare la grande sfida educativa, partendo soprattutto dalla
valorizzazione delle realtà già presenti. Una sfida di cui noi Istituzioni sentiamo la responsabilità”.

Le linee di proseguimento del lavoro abbracciano l’aspetto culturale (il contributo attuale dei
carismi educativi nati dalla fede cristiana), economico (il rapporto con il mondo imprenditoriale e finanziario) e politico-sociale (il valore e la tutela della libertà di educazione per il bene comune) della presenza delle libere opere educative. È già previsto a novembre il primo convegno internazionale di “Educare ancora” a Cinisello Balsamo.

Annunci


Categorie:Attualità, Cultura

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: