Trasporti pubblici: sul biglietto unico a 2 € scontro tra la Regione e il comune di Milano

   MILANOI sindaci si battono per il biglietto unico da utilizzare sui mezzi pubblici di trasporto, eliminando le aree extraurbane esistenti oggi come sulla linea MM verde a Cologno e Gessate o sulla linea MM rossa per Sesto San Giovanni. La richiesta, in vista dell’Area Metropolitana (ex Provincia) è di unificare il biglietto e per questo il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha proposto un aumento di 50 centesimi portando l’attuale biglietto da 1,50€ a due euro.

La cosa sembrava fatta ma il presidente della regione Fontana ha chiesto di fare slittare il provvedimento e non penalizzare i cittadini pur mantenendo le garanzie di trasporto ed efficienza sulla rete dei pullman e della MM. Ma su questa decisione è in corso uno scontro Regione Comune di Milano e proprio oggi il sindaco Sala ha precisato: “Per partire ad aprile con l’aumento del biglietto del trasporto pubblico ci stiamo lavorando. È la nostra intenzione e abbiamo una serie di incontri in questi giorni, troveremo la formula”.

Poi ha aggiunto: “Ripeto, nel momento in cui si parla tanto di autonomia in cui si invoca l’autonomia, se il sindaco di Milano, la città da 10% del Pil, non ha l’autonomia per aumentare di 50 centesimi il prezzo del biglietto e migliorare il servizio, non capisco cosa vuol dire autonomia”.

Sulla questione replica l’assessore ai Trasporti della Regione Claudia Terzi:  “Sono curiosa di capire quale sarà la strada che intende percorrere il Comune di Milano poiché la legge della Regione è assolutamente chiara, non c’è la possibilità di un aumento delle tariffe, è vietato, se non all’interno di un sistema di tariffazione integrataNon ho idea di quale possa essere l’escamotage che hanno pensato per bypassare la normativa – ha aggiunto -, vorrei capire prima di tutto cosa intendono fare e, sulla scorta di quello che fanno, faremo le nostre valutazioni anche in termini di risposta ad un’azione che io faccio non solo fatica ad immaginare, ma anche a comprenderne la legittimità“.



Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: