Cinisello, lotta ai centri massaggi che praticano la prostituzione: decine di controlli in tutta la Regione. Chiuso un centro cinisellese

  CINISELLO BALSAMOIl sopralluogo della polizia municipale ha portato al controllo di diversi centri di massaggio e alla chiusura di uno perchè si sospetta che si praticasse la prostituzione. E’ uno dei tanti casi che sono stati registrati a livello regionale, dove il bilancio degli ultimi quattro mesi di controlli ha portato a diversi provvedimenti.

In quattro mesi gli agenti di Polizia Locale di vari Comandi del territorio lombardo hanno eseguito 351 controlli nei centri massaggi, comminando 178 sanzioni per violazioni di legge e del regolamento regionale”. Lo ha dichiarato l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, rendendo noti i dati inviati nei giorni scorsi dalle Polizie locali ed elaborati dall’Assessorato, in riferimento alle operazioni effettuate dal primo settembre 2018 al 31 dicembre 2018.

“Dai dati in nostro possesso – ha spiegato – le più alte concentrazioni degli esercizi per lo svolgimento dell’attività di ‘massaggio ad esclusivo benessere’ sono state rilevate nella città Metropolitana di Milano e nelle due provincie più popolose della Lombardia, Bergamo e Brescia”.

Gli operatori – ha aggiunto l’assessore – hanno riscontrato 132 irregolarità amministrative relative a erronee dichiarazioni per il mancato rispetto delle norme igienico-sanitarie, edilizie e di tutela della salute sul luogo di lavoro, con conseguente attività sanzionatoria. Inoltre, sono stati effettuati 46 rilevi per mancanza di attestati, da parte dei soggetti titolari o di loro delegati, dei certificati di conoscenza della lingua italiana o di un titolo di studio conseguito presso una scuola italiana legalmente riconosciuta”.

Grazie alla nuova legge regionale sui centri massaggi e al regolamento sui requisiti igienico-sanitari, di sicurezza e di decoro urbano, che ho proposto nella scorsa legislatura – ha aggiunto -, gli agenti oggi dispongono di vari strumenti legislativi. È fondamentale controllare queste attività che, molte volte, celano al loro interno vere e proprie case di appuntamento. Voglio ringraziare gli uomini in divisa per il gran lavoro, confermando grande attenzione da parte di questo Assessorato“.



Categorie:Attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: