Sesto, lettera aperta al sindaco dalla figlia di uno dei deportati

SESTO SAN GIOVANNI La figlia di uno dei deportati, Raffaella Lorenzi, a difesa dell’Aned, ha scritto una lettera aperta al sindaco di Sesto Roberto Di Stefano. 


IL TESTO

Raffaella Lorenzi

  Sono Raffaella Lorenzi, figlia di Cesare, arrestato il 4 Marzo 1944, durante il grande sciopero di tutte le fabbriche del Centro Nord Italia, contro la produzione di armi per la guerra nazi-fascista. Con lui furono arrestati centinaia di lavoratori delle fabbriche sestesi, incarcerati, spesso torturati come mio padre e infine deportati nei lager nazisti dove trovarono la morte per le infinite sevizie subite, per il lavoro massacrante o durante le terribili marce della morte .

A noi figli è rimasto l’orgoglio di aver avuto genitori che scelsero di lottare, soffrire e morire per la realizzazione di un mondo più giusto e umano, ma anche la grande sofferenza di essere stati privati dei nostri padri, di aver atteso per lunghi anni il loro ritorno e di aver poi conosciuto tutto l’orrore da essi vissuto. L’ANED è stata ed è tuttora la nostra famiglia e la Sede dell’ANED a Sesto è IL LUOGO SACRO DELLA MEMORIA DEI NOSTRI CARI.

Ora Lei ha deciso di mettere all’asta la sede dell’ANED come una cosa che non serve più, senza nemmeno dircelo. E questo, indipendentemente dai motivi per cui vende, è inqualificabile. Lo fa perché le serve denaro o per umiliare la “memoria ?” Comunque sappia che questo Suo gesto è un pugnalata al cuore di noi figli e di tutti coloro che riconoscono il valore di questa memoria. Pensa che non abbiamo sofferto abbastanza? Spero che come uomo Le sia rimasta una briciola di cuore e ritiri la sua decisione.

Raffaella Lorenzi figlia di Cesare, Franca Belli figlia di Stefano, Milena Bracesco figlia di Enrico, Laura Signorelli figlia di Angelo, Maria Bertazzoni figlia di Egidio, e tanti altri figli di deportati uccisi.



Categorie:Attualità, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: