La Tazzina di Caffè

 ® Quando voleva indicare l’inutilità di una persona, un vecchio marinaio ironicamente affermava: “É un pescatore di quaglie”. In questa infuocata estate che sta vivendo Sesto, non solo meteorologicamente ma anche e soprattutto politicamente, di pescatori di quaglie ne abbiamo visti e sentiti tanti.

Parlano, postano dichiarazioni sui social, promuovono odio e si vantano giornalmente di risultati inesistenti che presentano come eccezionali e che sono mediocremente normali.

Tutto ciò avviene in un clima di forte euforia di un gruppetto di arditi (sempre quelli in verità) che si nutrono del latte rancido dell’ipocrisia, nella protesta di pochi, nell’assenza di tanti.

Intanto la democrazia annaspa e la città affonda con una strana sinfonia in sottofondo che si aggira come un’ombra.

Per la serie: “Ecco l’unica cosa che mi piacerebbe veramente di tenere in pugno, il suono dell’ombra“. (Alda Merini)



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: