La Tazzina di Caffè

®  L‘Amministrazione comunale di Sesto per dimostrarsi attenta e partecipe, non esita ad inviare bigliettini di cordoglio ai familiari degli scomparsi. Un atto di gentilezza secondo qualcuno, assolutamente riprovevole secondo altri. Punti di vista diversi che hanno acceso un dibattito vivace.

In realtà si tratta di un atto formale riprodotto in copia, dove cambia solo l’intestatario e il nome del defunto. Seppur redatto “con buoni propositi” rischia seriamente di violare la sfera personale e di avere l’effetto contrario. 

Anni fa il sindaco dell’epoca si recò a portare l’ultimo saluto ad uno storico dipendente comunale scomparso, ma per tutta una serie di coincidenze sfavorevoli sbagliò funerale e si aggregò al corteo funebre di un’altra persona.

Quando la segretaria che lo accompagnava si accorse della gaffe, cercò di rimediare e rivolgendosi ai familiari stupiti della presenza del primo cittadino disse: “Il sindaco è sempre vicino ai suoi cittadini”. La risposta secca della moglie fu: “Sarebbe meglio che si interessasse dei cittadini da vivi, non da morti“.

Per la serie: “Nulla impedisce di essere naturali, quando la voglia di sembrarlo. (F.de .la. R)”



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: