La Tazzina di Caffè

 ®  Se indossi la mascherina con su scritto “Boia chi molla”  sai perfettamente ciò che fai. Se poi la indossi da vicesindaco, assume un valore politico senza appello, alimenta critiche a cui varrebbe la pena replicare motivando la scelta e non banalizzandola in una difesa puerile a semplice look.

La storia è quella della vicesindaco di Cologno Monzese, Gianfranca Tesauro che si è fatta il selfie indossando la mascherina “incriminata”, che richiama a fatti e slogan del periodo fascista. I selfie sono stati pubblicati sul profilo facebook di Jacqueline Allemant e segnalate dall’Osservatorio sulle nuove destre.

Nel selfie, dove appare la vicesindaco il testo riporta: “Io e te..le nostre mascherine e la nostra grande amicizia..La soddisfazione di vedere quanto ti rode.. non me la dà nemmeno mastercard”. Una semplice caduta di stile? Un look  provincialotto? No, a noi sembra una precisa scelta politica, e la vicesindaco dovrebbe avere il coraggio di ammetterlo.

Per la serie: “Non si ha idea delle idee della gente senza idee“. (L.L.)



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: