La Tazzina di Caffè

 ® Sesto è una città triste, senz’anima e senza alcun riferimento culturale. E’ una moltiplicazione sbagliata di quello che deve essere una città. Così è oggi. Non sempre è stata così.
Negli anni dove l’attività industriale era predominante, Sesto aveva un’anima anche se morfologicamente era brutta. La fabbrica era il motore economico, sociale e culturale. La città le girava intorno, e non solo urbanisticamente.
La vita sociale si caratterizzava nei numerosi circoli operai, nell’attività politica, negli stessi oratori, nei circoli culturali, nell’attività di integrazione sociale e politica delle allora amministrazioni comunali.
Oggi che le fabbriche non ci sono più, che si gode di spazi di verde, allora impensabili, di strade carreggiabili, di interventi architettonici e di recuperi interessanti, Sesto non c’è più. Lo stesso recupero delle aree Falck, così come concepito, sarà la tomba di ogni aspirazione futura.
Sesto è destinata ad essere un quartiere periferico di Milano, con alcune eccellenze da mostrare, ma senza alcuna identità. Il voto alla destra del 2017, e la riconferma dello scorso giugno, rappresenta la fotografia perfetta di una metamorfosi non governata, orami irreversibile.
La sinistra (pardon il centrosinistra) invece di seguire le lucciole dovrebbe riflettere su questo e iniziare a costruire un nuovo percorso politico, sociale, culturale, ma anche storico.
Per la serie: “Anche le repubbliche sono a volte governate da re nudi“. (S. J. L.)


Categorie:Varie

2 replies

  1. Non è bastata la batosta del risultato elettorale? Che fa il PD ? È ancora in letargo ? Lo spirito battagliero di chi vuole realizzare un programma di trasformazione della città dove è finito? Sesto ed i sestesi meritano di più !

  2. A Sesto non esiste solo il PD, ormai agonizzante, se si ripetono sempre le stesse cose con le stesse persone i risultati saranno sempre quelli. Sta nascendo un Terzo Polo con idee e prospettive riformatrici. Cambiare si può.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: