La Tazzina di Caffè

 ® “Dietrofront” è la parola d’ordine del governo Meloni. L’attuale presidente del consiglio (su suggerimento di Berlusconi), non più tardi di sei mesi fa nelle piazze, sui giornali in televisione attaccava Draghi sul caro bollette e sulla crisi economica e proponeva di mettere nelle tasche degli italiani immediatamente 1000 euro, senza vincoli e senza richiesta.

Una volta al governo si è guardata bene di attuarlo. Anzi… Solo l’atro ieri ha proposto di innalzare l’obbligo del pagamento elettronico dagli attuali 30 euro a 60 euro. Bacchettata dalla Commissione Europea si è dichiarata disposta a fare marcia indietro.

Cosa dire di Salvini: ormai è come sparare sulla Croce Rossa. Il capo leghista è l’impersonificazione del fallimento politico. Aveva annunciato l’abolizione delle accise sulla benzina, l’abolizione immediata della legge Fornero, l’abolizione del canone Rai, l’abolizione dell’Iva su pane e latte, assunzione di 10.000 agenti, contante a 10mila euro ecc.

Non ne ha azzeccata una. Un disastro completo. Ecco questo è il governo Meloni, tanto caro e osannato dai nostri amministratori di Sesto.

Per la serie: “Spezzeremo le reni alla Grecia…Una figuraccia italiana“. 



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: