La Tazzina di Caffè

  ®    In queste giornate di festa, come da copione, è esplosa in maniera esponenziale la retorica. Ministri, sindaci, assessori ed anche semplici consiglieri comunali sulle loro pagine Fb, ci hanno invitato ad essere buoni, altruisti e soprattutto generosi con i più deboli e di condividere con loro “attimi di serenità…“.   

Normalmente a farci questo predicozzo sono gli stessi che ai più bisognosi, ai diseredati, a chi vive la difficoltà di vivere, chiude in faccia la porta del potere. Un buonismo peloso e falso, che si nutre di egoismo. La povertà puzza e non può trovare posto su tavole imbandite da falsità. Lo sventurato resta tale prima e dopo Natale.

Per la serie: Lo sventurato non bello, e maggiormente se vecchio, potrà esser compatito, ma difficilmente pianto. Così nelle tragedie, ne’ poemi, ne’ romanzi ecc… come nella vita“. (G.L.)



Categorie:Varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: